Canottieri Ravenna: Due argenti e un bronzo ai Campionati Italiani

BaldiniTre medaglie all’Idroscalo. Ai Campionati Assoluti, Juniores, Pesi Leggeri e ParaRowing svoltisi sabato 3 e domenica 4 giugno a MIlano, la Canottieri Ravenna ottiene due argenti e un bronzo. All’Idroscalo si erano riuniti più di mille atleti, il top del canottaggio italiano, provenienti da 103 società sono giunte all’Idroscalo per conquistare i titoli italiani di categoria.

Il primo argento lo vincono da Bruno Rosetti e Gergo Cziraki nel doppio Assoluto.I due ravennati bissano l’argento dell’anno scorso, ottenuto nel bacino di casa della Standiana. Dopo avere vinto facilmente la loro batteria con il tempo di 6:46:56 lasciando dietro Tremezzina, Cus Milano, Lecco e Varese, i due ravennati sanno di trovare un degno avversario nell’equipaggio dei Carabinieri, con a bordo l’olimpionico ravennate Marcello Miani. La finale è  entusiasmante come previsto: una gara punta a punta dall’inizio alla fine, con ai mille metri solo 7 decimi di secondo a dividere la barca di Rosetti e Cziraki da quella dei Carabinieri. Gli atleti della Canottieri cercano il rush finale ma i militari rispondono e tagliano il traguardi per primi, mentre Rosetti e Cziraki chiudono in 06:45:76, a 1:73 dall’oro. A quasi venti secondi giungono i terzi arrivati, la Tevere Remo.

Le altre due medaglie per la Canottieri vengono dal ParaRowing: Simone Baldini, dopo il suo esordio internazionale in maglia azzurra a maggio, fa il suo esordio anche ai Campionati Italiani nel singolo categoria PR1 e riesce subito ad ottenere l’argento alle spalle di Del Bene del Pontedera. Terzo posto, invece, nella stessa gara, per il veterano Sergio Bartolini, che aggiunge questo bronzo alla sua collezione di medaglie vinte negli ultimi anni ai campionati Pararowing.

Ottima la prestazione nel singolo Junior per la giovanissima Alexandra Kushnir, che gareggiava con le Under 18 pur essendo ancora Under 16. Dopo il terzo posto in batteria, Alexandra vince il recupero con personalità davanti a Fiamme Gialle, Ospedalieri e Pescate. In una semifinale molto complicata, la giovane ravennate lotta fino alla fine chiudendo con 8:14:34, a meno di cinque secondi dalla qualificazione, con un tempo che le sarebbe valso il passaggio del turno nell’altra semifinale.

Eccellenti anche le gare di Mattia Dari, che per un soffio non riesce ad accedere alla finale del singolo Junior. In una delle specialità più competitive di questi campionati, il giovane ravennate vince la propria batteria in  7:38:03 precedendo Idroscalo, Napoli, Varese e Arolo. La semifinale si presenta come proibitiva, con soli due posti per la finale, già prenotati dai due titolari della nazionale Junior Musio e Amalfitano. Dari ci prova in tutti i modi, ma non riesce ad andare oltre al quinto posto.

La stagione della Canottieri Ravenna continua: il 17 e 18 giugno a Varese ci saranno i Campionati Italiani Ragazzi e Under 23. Il 24 e 25 giugno, a Sabaudia, sarà il turno dei veterani che parteciperanno agli Italiani Master.

Fabrizio Borghesi

Ufficio Stampa Canottieri Ravenna 1873

Precedente CUS Ferrara: Tanti podi ai CNU e alla Regionale di Ravenna Successivo Canottieri Nino Bixio: Guido Ciardi tra i primi sei canottieri d’Italia