SC Ravenna: Rosetti riporta l’ammiraglia azzurra in finale ai Mondiali

Un promosso e un rimandato. Per i due atleti della Canottieri Ravenna impegnati al Mondiale Senior e Pararowing di canottaggio in corso a Sarasota (USA), le batterie regalano due esiti molto diversi. Bruno Rosetti, a bordo dell’otto Senior, vince col botto la propria eliminatoria e si qualifica direttamente alla finale di domenica 1 ottobre. Simone Baldini, invece, nel singolo Pararowing, giunge quinto ed è costretto ai recuperi.

Comincia nel migliore nei modi il ritorno ad un mondiale per l’atleta ravennate, otto anni dopo la sua ultima rassegna iridata, quella Under 23 di Brandeburgo del 2009. Questa volta Bruno Rosetti è al carrello numero quattro dell’ammiraglia italiana completata da Leonardo Pietra Caprina (CC Aniene), Mario Paonessa, Paolo Perino (Fiamme Gialle), Davide Mumolo, Cesare Gabbia (SC Elpis), Emanuele Liuzzi (Fiamme Oro), Luca Parlato (Marina Militare) e il timoniere Enrico D’Aniello (SC Amalfi).

Nella batteria composta da Italia, Gran Bretagna, Russia, Olanda, Australia, Cina, solo il primo classificato accede direttamente alla finale. Pronti, via: l’ammiraglia azzurra si stacca dai pontili di partenza con furia e determinazione. Una partenza incredibile che lascia di stucco gli avversari. Dopo 500 metri la barca di Rosetti passa in 1:22:63, con già un secondo e mezzo di vantaggio sui sudditi di Sua Maestà. Un vantaggio che aumenta ai mille metri: il passaggio a 2:45:47 è in solitaria, con Gran Bretagna che insegue a più di due secondi e dietro il gruppo formato da Australia, Olanda e Russia, a quasi cinque secondi, mentre la Cina resta attardata. L’Italia continua a martellare un ritmo forsennato, mai sotto ai 40 colpi al minuto. L’imbarcazione è agile e compatta e al terzo rilevamento il margine per la qualificazione è aumentato a 3 secondi e 24 decimi. Nell’ultimo cinquecento metri gli inglesi tentano di rifarsi sotto, ma la barca azzurra reagisce e chiude per prima sul traguardo in 5:32:39, con 2:21 di vantaggio sull’armo britannico che precede Australia, Olanda, Russia e Cina. Italia prima e unica qualificata di questa batteria per la finalissima che si terrà domenica 1 ottobre alle 17.20 ora italiana. A farle compagnia, al momento, la favorita Germania che ha vinto la sua eliminatoria precedendo in volata Usa e Romania. Le altre quattro barche finaliste dovranno passare dai recuperi.

L’esordio di Simone Baldini al Mondiale Pararowing non è dei più semplici: di fronte infatti c’è il campione russo Chuvashev che parte subito in testa, seguito dalla Gran Bretagna. Solo i primi due accedono alle semifinali senza passare per i recuperi, per cui Baldini lotta per restare a contatto, formando un gruppetto con Usa e Israele, mentre l’Austria è più attardata. Russia e Gran Bretagna poco prima di metà gara prendono il largo. Baldini a metà gara supera Israele e conquista la quarta posizione, subito rubata però dall’Austria che risale velocemente. L’ultimo quarto di gara vede i concorrenti ufficializzare le loro posizioni. Il singolista della Canottieri Ravenna giunge quinto a tre secondi dal quarto posto dell’Austria. Per lui oggi, mercoledì 27 settembre, ci saranno i recuperi: alle ore 16.00 contro Germania, Usa, Belgio e Ungheria. Solo i primi tre accederanno alle semifinali.

 

Fabrizio Borghesi

Ufficio Stampa Canottieri Ravenna

Precedente SC Ravenna: Grande successo per il Campionato Italiano di Società, il Trofeo delle Regioni ed il Meeting Nazionale Successivo SC Ravenna: Simone Baldini in semifinale ai Mondiali Pararowing